Ma quanto costa la consulenza?

Trattiamo un argomento molto spinoso al quale probabilmente faremo fatica a dare una risposta univoca ed esaustiva. Sicuramente ci attireremo anche delle ctitiche, ma ben vengano vedremo di rispondere in qualche modo…

Senza entrare nello specifico di consulenze molto particolari dalle competenze di super nicchia, prendiamo come primo esempio quella che sicuramente è fra le più richieste, la consulenza Lean Manufacturing o Kaizen o Toyota Production System che sia (tanto non cambia nulla nella pratica). Sulla Lean si possono fare dei ragionamenti di massima, diciamo più standard, dato che i riferimenti in giro sicuramente non mancano.
Avendo fatto centinaia e centinaia di preventi dagli anni ’90 ad oggi ed essendomi confrontato con ogni tipo di società di consulenza competitor, possiamo dire che il range del costo varia dai 1.200 ai 1.600 euro/giorno. Chiaramente dipende dal numero di giorni in ballo del progetto e dagli obiettivi da raggiungere (misurabili possibilmente). Stiamo parlando di tariffe legate a consulenti senior con documentata esperienza di applicazione Lean. Si può spendere meno? Certamente, esistono liberi professionisti senza struttura che possono tranquillamente arrivare vicino ai 1.000 al giorno. Meno, onestamente, comincerei a chiedermi come mai se stanno sotto la media del mercato. Magari non hanno mai fatto Lean (che non vuol dire avere esperienza di produzione) e di conseguenza hanno poche referenze da vantare. Il libero professionista, ammesso che sia validissimo, è chiaro, inoltre, che non ha una struttura d’appoggio, con tutto quello che ne può conseguire.
Divertiamoci invece a “demolire”, nel senso buono del termine, società di consulenza Lean (stiamo sempre parlando di questo) che “sparano” oltre i 1.800, 2.000 euro a giornata. Quale può essere il valore aggiunto giustificativo per arrivare a tanto? Proviamo a capire se esiste. L’applicazione della Lean è abbastanza consolidata come percorso. Training iniziale, mappature e tanti bei Workshop Kaizen da portare avanti. Quindi da questo punto di vista, anche se qualcuno cerca tutti i giorni di reinventare la ruota con una Lean mai sentita prima, mi pare che non ci siano dei nuovi modelli rivoluzionari in giro. Consulenti diversi? Potrebbe essere che, come i calciatori, qualcuno cerchi di accaparrarsi i migliori. Strano però che lo stesso consulente nella società di consulenza X venga prima venduto a, esempio, 1.400 euro/giorno ed improvvisamente il giorno dopo assunto dalla società Y costi subito oltre 2.000. Strumenti Lean diversi? Mi pare di vedere dagli anni ’90 che le 5S siano sempre quelle, così come lo SMED ed il Kanban, magari sul TPM ci vogliono competenze maggiori…ma non stiamo parlando di Six Sigma abbinato ai Big Data… Risultati garantiti? Questo, invece, potrebbe starci. Per un insieme di fattori, consulenti, metodi di controllo sulla commessa, etc. la società Y garantisce dei risultati diversi rispetto alla società X. Ma a questo punto mi sembra sacrosanto di metterlo contrattualmente nero su bianco. “Se mi riduci il WIP almeno del 40% entro 6 mesi ti pago, etc. etc” e misuriamo periodicamente con indicatori condivisi quello che mi stai portando a casa.
Diversa invece la consulenza – formazione sul Six Sigma. Un corso in conformità agli standard internazionali (leggi ISO 13053) con un trainer Master Black Belt certificato ancora una volta in ambito internazionale presso strutture “di reputazione” e che non sia solto uno smanettone di Excel, Vi sfido a trovarlo a meno di 1.500 euro/giorno.
Poi, anche se mi meriterebbe un articolo a parte, esiste la “nobile” consulenza di direzione, quella ti fa suonare nelle orecchie nomi roboanti della consulenza classica americana, società che di fatto hanno inventato la consulenza manageriale. Anche qui valgono un po’ le considerazioni discusse precedentemente. Se vi mandano uno junior, anche se inserito in un team di super senior, e ve lo fanno pagare 2.000 euro/giorno, qualcosa secondo me non va bene. Se è un super senior da 3.000 euro/giorno (perchè a queste tariffe e anche oltre si può arrivare), bisogna veramente che sia superman e minimo io vorrei vedere se nel CV ha il salvataggio dalla bancarotta di aziende da 1 bilione di euro di fatturato!
Vogliamo fare adesso un bel salto verso il basso? E la mitica consulenza per la certificazione ISO 9001? Beh questa signori miei è finita attorno ai 700 euro/giorno. Ma per nobilitarla maggiormente ci mettiamo un grosso dipende. Molte società di consulenza hanno seguito un tipo di clientela alla quale interessa soltanto il fatto di avere questo benedetto certificato; ad esempio perchè fondamentale per partecipare a gare di appalto. In questo caso il consulente diventa (e non me ne voglia nessuno) un puro fotografo di processi e scribacchino di procedure: “fammi vedere come lavori che ti scrivo la procedura”. Un consulente così io, onestamente, lo pagherei molto meno di 700 euro/giorno. Qualcuno di più illuminato sull’uso dell’ISO 9001 in giro c’è ancora; c’è chi ti dice: “fammi vedere come lavori, ti miglioro il processo e poi scriviamo la procedura”. E questo consulente riesce tranquillamente a spostarsi oltre i 1.000 euro/giorno verso le tariffe Lean. Anche se è meglio che nel vendere questo tipo di consulenza ISO si parli poco di procedure e più di standard work…sapete com’è, c’è sempre un fattore moda anche nella consulenza….

Vuoi discutere senza impegno di consulenza e di tariffe con Chiarini & Associati? Contattaci tramite questo form

Lascia un commento